Verratti ammonito per un passaggio al portiere: caso più unico che raro

Verratti ammonito per un passaggio al portiere: caso più unico che raro

Marco Verratti ammonito durante la sfida tra Nantes e Paris Saint Germain per un singolare retropassaggio al portiere. Una giocata che molti avranno sfoderato nei campetti di periferia, ma che solitamente viene vista nelle partite tra amici. Più raramente viene vista negli stadi dei massimi campionati: se poi a farla è uno dei centrocampisti più forti del mondo, la cosa diventa ancora più insolita.

Minuto 30 di Nantes-Paris Saint Germain, match di Ligue 1, Marco Verratti decide di effettuare un retropassaggio al portiere stendendosi a terra e colpendo la palla con la testa. Un gesto simpatico per molti, ma non per il regolamento, che prevede la sanzione con il cartellino giallo.

Il regolamento parla infatti chiaro: “E’ condotta anti-sportiva quando un giocatore effettua un retropassaggio al portiere con la testa, petto o ginocchio per aggirare il regolamento, a prescindere dal fatto che il portiere tocchi il pallone con i piedi o con le mani”.

Un passaggio probabilmente sfuggito allo stesso Verratti. ma l’estro dei fantasisti può portare anche ad episodi singolari come questo.

L’intento del centrocampista italiano era quello di consentire a Trapp di prendere la palla con le mani, ma non aveva fatto i conti con il regolamento, che sanziona con un cartellino giallo ogni tentativo di aggirare la norma

fonte: goal.com

SHARE